Il blog che racconta i valori di Progetto Arca

Restart Party
Blog

Alla scoperta dei RESTART PARTY, per ridare nuova vita agli elettrodomestici guasti o malfunzionanti

.

Elettrodomestici, apparecchiature elettroniche rotte? Fermati non buttarli! Se anche tu non sopporti lo spreco sfrenato, arrivano in soccorso i Restart Party, eventi gratuiti nei quali volontari competenti ti aiutano a riparare gli oggetti guasti o malfunzionanti, per ridare loro nuova vita, salvaguardando l’ambiente e facendo contento il portafoglio.

 

Al giorno d’oggi la tecnologia ha fatto passi da gigante, introducendo novità ed innovazioni che hanno sensibilmente migliorato e contribuito a trasformare la vita delle persone. I dispositivi elettrici ed elettronici sono ormai presenti nella maggior parte delle case, svolgendo un ruolo da indiscussi protagonisti nella nostra vita privata e lavorativa.
Purtroppo sono oggetti che hanno vita piuttosto breve, tendono a danneggiarsi con il passare di un tempo che si riduce sempre più.

Quante volte hai gettato la spugna ritenendo fosse più semplice buttare via l’elettrodomestico rotto, o ancora peggio il computer che non funziona, ed acquistarne uno nuovo di zecca? Probabilmente tante, così come per la maggior parte di coloro che non hanno molta familiarità con le apparecchiature elettroniche. Proprio per questo nasce il progetto Restart Party, per venire incontro alle esigenze di tutti quelli che vogliono riparare gli elettrodomestici rotti ed evitare di accumulare rifiuti.

 

Restart Project: come nasce e di cosa si tratta

La riparazione degli oggetti elettronici, a favore dell’incentivazione del riuso e una migliore gestione delle risorse, è la missione di Restart Project, un’organizzazione no profit nata a Londra dalle menti dell’inglese Janet Gunder e dall’italiano Ugo Vallauri, che si è voluto impegnare attivamente nel riciclo delle apparecchiature elettroniche, facendo tesoro della sua esperienza lavorativa in Kenya, presso la ong inglese Computer aid, dove l’arte del recupero è il pane quotidiano.

Partiti nel 2012 con il primo Restart Party (evento di “riparazione condivisa”), nel giro di pochi anni il progetto ha conquistato il resto dell’Europa per arrivare in Canada e negli Usa. E sono tante anche le città italiane, con i loro gruppi attivi tra Milano, Firenze, Como, Torino, Aosta e Langhe-Roero, che hanno già realizzato parecchi eventi di riparazione condivisa.

 

Ma cosa sono esattamente i Restart Party?

Sono eventi completamente gratuiti aperti al pubblico, organizzati da eco-volontari, che mettono insieme amatori o professionisti con le persone che hanno un dispositivo guasto, uniti dallo stesso desiderio di provare a riparare gli oggetti rotti e combattere il consumismo sfrenato. Gli esperti non solo aiutano le persone ad aggiustare i dispositivi elettronici che non funzionano più, coinvolgendoli nella diagnosi del guasto ma insegnano loro anche come ripararli, in un’ottica di condivisione di saperi e conoscenze.

 

Restart Party Milano
Immagini tratte dalla pagina Facebook Restarters Milano

Come funziona un Restart Party

Il funzionamento dei Restart Party è semplice: l’evento si sviluppa all’interno di ambienti e locali che sono messi a disposizione da associazioni o enti specifici.
Si viene portando con sé oggetti elettrici o elettronici che si vogliono riportare in vita, ci si mette in fila e si attende il proprio turno, magari ascoltando musica e sorseggiando qualcosa da bere. Perché il Restart Party è anche un momento di socializzazione e una vera e propria festa “a tema riparazione”.

Gli appuntamenti vengono promossi e divulgati attraverso le pagine Facebook delle rispettive realtà organizzatrici e sul sito principale dell’organizzazione Restart Project (therestartproject.org), che punta a mettere in contatto chi ha l’esigenza di aggiustare qualcosa con chi ha la disponibilità a riparare, creare gruppi di “riparatori volontari”, fornire agli utenti consulenza e suggerimenti per la riparazione fai da te.

Tutti i Restart Party sono eventi totalmente gratuiti, resi possibili da tutor volontari. Non c’è bisogno di pagare alcuna somma di denaro per la riparazione dell’elettrodomestico e i partecipanti possono sostenere le spese di organizzazione con un contributo volontario.

 

Aggiustare, socializzando

I Restart Party sono anche un’ottima occasione per conoscere persone nuove, che hanno la stessa passione o la stessa esigenza. Che tu sia un riparatore volontario oppure una persona con scarsa dimestichezza con pinze, saldatori e cacciaviti, non importa: all’interno di questi eventi troverai persone che condividono la tua stessa idea dell’importanza del riuso e del non spreco. La parola d’ordine, per tutti, è una sola: “Don’t despair, just repair”. “Non buttarlo, riparalo”.

 

 

Info Restart in Italia: https://therestartproject.org/restart-in-italia

 

 

 

 

Il nostro valore più grande è portare il primo aiuto, sempre, a chi ha bisogno. Con le nostre Unità di strada portiamo ogni notte aiuto e conforto ad oltre 100 persone che vivono per strada, in gravi difficoltà.

AIUTACI A SALVARE ALTRE VITE

 

 

 

 

Tag: , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vita di Valori

Un Progetto Editoriale di

FONDAZIONE PROGETTO ARCA ONLUS

Via degli Artigianelli, 6
20159 MILANO
CF 11183570156

PER INFORMAZIONI
Tel 02.67.076.867 - Fax 02.67.383.477 comunicazione@progettoarca.org