Il blog che racconta i valori di Progetto Arca

profumo di pane forno moretti
Blog

Il profumo del pane del forno Moretti che risveglia i buoni sentimenti

.

Il profumo del pane appena sfornato: il suo aroma mette il buon umore e ha la capacità di risvegliare i buoni sentimenti come quello della solidarietà. Ti racconto la storia del Forno Moretti, che da tre anni ogni lunedì dona 100 panini all’olio a chi non ha nulla.

 

Il profumo del pane appena sfornato è una fragranza davvero speciale.

È buono, inebriante, dà calore, gioia, è capace di stimolare in noi un senso di benessere, una maggiore predisposizione agli altri e sopratutto risvegliare i buoni sentimenti.

Lo afferma il risultato di una ricerca francese dell’Università della Bretagna del Sud della Francia, pubblicata nel Journal of Social Psychology, dedicata allo studio e analisi degli effetti degli aromi e profumi sulle persone, non solo a livello fisico ma soprattutto a livello emotivo e psicologico. L’altruismo, quindi, può essere anche aiutato anche dalla presenza del profumo di pane appena sfornato.

 

Il profumo del pane del Forno Moretti che fa la differenza

Con la fragranza del pane impressa nella nostra memoria olfattiva, voglio raccontarti una storia che parla di una famiglia e del suo pane davvero speciale, simbolo per eccellenza di nutrimento e condivisione.

I protagonisti sono una famiglia di panificatori da generazioni, la famiglia Moretti: Marisa, suo marito, suo figlio e la zia Maria, che di anni sulla carta ne ha 91 e ancora oggi è il cuore pulsante del Forno Moretti che si occupano di portare avanti questa piccola impresa artigianale insieme a pochi dipendenti.

Ogni lunedì, da circa 3 anni, il loro Forno dona 100 panini all’olio alla nostra Unità di strada romana. L’invenduto di fine giornata e qualcosa di più.
Pane che, grazie al Forno Moretti, contiene una fragranza dal profumo speciale: quello della solidarietà.

Ci racconta Cinzia, responsabile dei nostri progetti nella Capitale:
«Quello che ci regalano è il pane della resa, che è ottimo, ma quando è finito, riceviamo anche quello fresco» prosegue Cinzia – «Abbiamo chiesto che ci tengano da parte solo panini all’olio, perché più morbidi e quindi più adatti per chi ha difficoltà a masticare. Il Forno Moretti fa il possibile per farci avere esattamente quel che serve.
Siamo sempre in cerca di esercizi che sostengano le nostre attività. Con i Moretti, però, è stato un vero colpo di fulmine. Felici di aiutarci, sempre disponibili, ci danno spesso anche del pane fresco in più per gli ospiti del nostro appartamento che ospita sette delle persone senza dimora».

 

 

Insieme all’Unità di strada per dare il primo aiuto

Il menu è preparato con grande attenzione: «Insieme ai panini farciti – con verdura cotta o cruda, tonno, formaggio – distribuiamo le merendine, il tè e uova soda, che sono graditissime oltre che molto nutrienti. D’inverno, aggiungiamo la zuppa. Quando la temperatura cala, è importantissima. Come sono importanti il vestiario e le coperte che i cittadini ci regalano, perché c’è sempre qualcuno a cui darle», conclude sorridendo la nostra responsabile.

«Nella squadra siamo in sette, tra volontari, ospiti ed ex utenti che scelgono di restituire agli altri l’aiuto che hanno ricevuto.» A testimonianza, aggiungiamo noi, che la solidarietà ha il profumo della fragranza del pane.

In che modo aiutare l’Unità mobile di Roma?«Continuando a donare», risponde decisa Cinzia che fa sapere «E se conoscete un fruttivendolo disponibile a collaborare con noi, sarebbe il massimo!»

 

 

 

Il nostro valore più grande è portare il primo aiuto, sempre, a chi ha bisogno. Con il cibo, possiamo aiutare i più poveri e dare un sostegno immediato.

AIUTACI A REALIZZARE LA NOSTRA MISSIONE

 

 

 

 

 

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vita di Valori

Un Progetto Editoriale di

FONDAZIONE PROGETTO ARCA ONLUS

Via degli Artigianelli, 6
20159 MILANO
CF 11183570156

PER INFORMAZIONI
Tel 02.67.076.867 - Fax 02.67.383.477 comunicazione@progettoarca.org